Hai tanti impegni lavorativi e non riesci a portarli a termine tutti?

Vorresti fare molte più cose, seguire molte più attività per migliorare il tuo lavoro, ma non riesci a fare tutto?

Il tempo non è mai abbastanza e ti ritrovi a fine giornata insoddisfatta per non aver portato a termine tutto quello che ti eri prefissata di fare?

Succede o è successo a tutti, stai tranquilla.

Ciò che fa la differenza è la CONSAPEVOLEZZA e ciò che fa la differenza dopo la presa di coscienza è l’AZIONE.

Le persone si approcciano all’organizzazione in vari modi:

  • C’è chi è disorganizzato nel proprio lavoro, ma non se ne rende conto
  • C’è chi è consapevole di essere disorganizzato, ma non fa niente per migliorare
  • C’è chi è consapevole di essere disorganizzato, tenta di migliorare, ma sporadicamente senza troppo impegno e senza un metodo
  • C’è chi è consapevole della propria disorganizzazione e agisce per far sì che le cose cambino.
  • C’è chi crede che l’organizzazione non sia alla propria portata perché è un qualcosa di lontano dal proprio modo di essere e di lavorare.
  • C’è chi crede che l’organizzazione sia qualcosa di rigido, di complesso e quindi ci rinuncia in partenza.

Come vedi, gli scenari sono tanti, tu a quale pensi di appartenere?

In questo articolo mi soffermo soprattutto su chi crede di NON ESSERE IN GRADO di organizzare meglio il proprio lavoro.

Questa è una convinzione che hanno in molti, ma è limitante perché non rispecchia la realtà.

Noi nella maggior parte dei casi abbiamo molte più risorse, capacità e abilità di quanto CREDIAMO.

Sono le nostre CONVINZIONI su ciò che siamo e possiamo fare che influenzano in maniera esponenziale la nostra vita e le nostre scelte.

L’organizzazione è un qualcosa che si IMPARA A FARE, non è qualcosa che si E’.

Nessuno è nato imparato, se vogliamo migliorare qualcosa il primo passo è RICONOSCERE che vogliamo migliorare un aspetto della nostra vita, il secondo passo è CREDERE di poter davvero migliorare e il terzo passo è AGIRE, METTERSI ALL’OPERA per cambiare vecchie abitudini e sostituirle con altre più positive e costruttive.

L’ORGANIZZAZIONE infatti fa riferimento ad una serie di AZIONI che permettono di lavorare bene, di essere efficaci e produttive nel nostro lavoro. Questa serie di azioni, se le ripetiamo nel tempo, diventano delle ABITUDINI. Quindi non si nasce organizzati, ma lo si DIVENTA, instaurando nella nostra routine quotidiana una serie di BUONE ABITUDINI organizzative di SEMPLICE APPLICAZIONE.

Quindi l’organizzazione è alla portata di tutti?

SI, per questi motivi:

  1. Organizzare il proprio lavoro significa SVOLGERE delle AZIONI, quindi non ci si nasce per forza organizzati, ma lo si può diventare;
  2. Organizzare significa ALLEGGERIRSI la vita, SEMPLIFICARSELA. L’organizzazione è un qualcosa che AIUTA a lavorare efficacemente;
  3. Se pensi di non essere in grado di organizzarti, è solo una convinzione perché si impara a farlo come qualsiasi altra cosa che hai imparato a fare;
  4. Se pensi di essere stata poco organizzata fino ad ora, non vuol dire che dovrai esserlo per il resto della tua vita lavorativa. Fortunatamente siamo sempre in tempo a migliorare, basta CREDERE CHE SIA FATTIBILE;
  5. Se ci riescono gli altri, perché non dovresti riuscirci anche tu?
  6. Datti più possibilità di sperimentare l’organizzazione nel tuo lavoro. Ricorda che fanno la differenza piccoli passi alla volta ripetuti costantemente nel tempo.

Concludo dedicandoti questa frase:

“È la ripetizione delle affermazioni che porta a credere. E quando il credere diventa una convinzione profonda le cose iniziano ad accadere.”

                                      Muhammad Ali

Se ti fa piacere condividi nei commenti le tue idee in merito a questo argomento.

Per scrivermi privatamente:

Se conosci qualcuno a cui questo articolo potrebbe essere utile, condividilo!

Immagine ripresa da Pixabay: https://pixabay.com/it/


Leave a Reply

Your email address will not be published.